In evidenza

Sterline ORO

Questo è l’estratto dell’articolo.

elisabettaii_2017_sterlina

Le Sterline non a valore numismatico ma al prezzo legato all’oro contenuto, “bullion coin” all’americana, sono le monete più trattate per tesaurizzazione-risparmio e regalia. Le più conosciute e trattate sono il tipo “nuovo conio” molte volte abbreviato con N.C. cioè le emissioni della Regina Elisabetta II dal 1957 al 1984; i motivi di questa scelta sono dati dalla conservazione generalmente elevata, da splendido/quasi fior di conio al quasi fior di conio, ai bordi con contorno rigato netto e ben rilevato ( escluso il 1957 con bordo fine e debole al contatto ) ed i rilievi belli e decisi senza tracce di usura del tempo.

Il tipo antico, conosciuto come “vecchio conio” (V.C.) sono le sterline emesse a partire dalla Regina Vittoria, passando per Edoardo VII fino a Giorgio V. Sono monete che hanno avuto circolazione sia come moneta spesa sia come tesaurizzazione ed è purtroppo facile trovarle molto usurate e/o segnate sul bordo per cadute;Il punto forte della vecchia monetazione è il bel colore oro antico dato dalla lega con argento. Generalmente il prezzo del “vecchio conio” è inferiore di qualche euro in confronto al tipo nuovo; noi consigliamo ai nostri client,i di acquistare il tipo antico solo in bella conservazione; oltre alla bellezza del conio, c’è il risparmio sul prezzo a parità dello stesso peso contenuto. Chissà che alla morte della Regina, diventando tutte “vecchio conio” non si allineeranno  i prezzi al nuovo?

100 Lire oro 1950 – anno Giubilare

vaticano_100_lire_1950

100 Lire 1950 – CITTA’ DEL VATICANO – Pio XII – Eugenio Pacelli (1939-1958) – D/Busto del Papa con tiara a.s. – R/ Apertura della porta Santa –  oro 900 millesimi, peso 5,19 grammi, diametro 20,70 mm, bordo rigato.  http://www.frisione.it/home

Emessa per commemorare l’Anno Giubilare è il 100 lire oro più comune emesso da Papa Pacelli; nella maggior parte dei casi si trova in cartoncino, non ufficiale, assime ad altre 4 monete: 10, 5 , 2 e 1 lira in Italma (lega a base di alluminio)

citta_del_vaticano_1950_serie_diritto

Anno del topo – 2020 – Australia oncia ag.

australia_dollaro_argento_2020_diritto

AUSTRALIA – Anno 2020, 1 dollaro, oncia in argento puro, commemorativa del calendario cinese, anno del topo –  D/ Busto di Elisabetta II a d. – R/Due topolini su spighe di grano – 2020

Argento, titolo 9999 millesimi, peso grammi 31,10 –  diametro 40,46 mm, spessore 3 mm, bordo rigato;  valutazione indicativa 40 euro.

Dal 1999 l’Australia conia ogni anno la serie di monete in argento commemorative l’anno lunare del calendario cinese; si va dalla mezza oncia al chilogrammo di argento. La più rappresentativa, e con un rapporto dimensioni/prezzo non sfavorevoli, è la pezzatura da 1 dollaro, cioè 1 oncia troy di argento fino.  http://www.frisione.it

Sono monete adatte all’omaggistica e al piccolo collezionismo; vengono da alcuni consigliate per l’investimento ma noi non consigliamo assolutamente l’acquisto di monete in argento moderne ne tantomeno investire in argento.

australia_dollaro_argento_2020_rovescio

Da 5 sterline oro 1902 – Edoardo VII

gran_bretagna_5_sterline_1902_diritto

GRAN BRETAGNA – Edoardo VII – (1902 – 1910) – 5 Sterline oro 1902 – D/ Testa Re a d.; R/ San Giorgio a cavallo che uccide il drago, data – peso 39.9403 grammi a titolo 9167 millesimi, diametro di 37 mm ed una valutazione indicativa di 2.200 euro in conservazione SPL/q.FDC

Figlio delle regina Vittoria, divenne Re ad età avanzata e coniò un solo tipo di 5 sterline d’oro (five pounds) nel 1902; venne battuta moneta sia  normale che proof  opaca (valutazione di 4000 euro circa).

http://www.frisione.it/home

gran_bretagna_5_sterline_1902_rovescio

Lo scudo argento di Genova 1679

genova_scudo_1679_diritto

Repubblica di Genova, periodo dei Dogi Biennali – Scudo stretto 1679 ILM

IL Doge in carica fu Agostino Spinola (1679-1671)

Caratteristiche della moneta:

al diritto si trova la Vergine su nubi col Bambino, data e sigla dello zecchiere; al rovescio la Croce accantonata da 4 stelle

il peso varia tra i 34,57 e i 38,64 grammi

il diametro varia tra i 41 e 46 mm

il bordo è liscio

il prezzo – a seconda della conservazione – varia tra i 100 e i 1200 € (Stima a novembre 2019)

Nel 1637 iniziò la coniazione di monete senza la scritta CVNRADVS e come effigi la Vergine su Nubi, San Giorgio o San Giovanni.

La coniazione dello scudo stretto iniziò nel 1637 con la figura della Vergine che fuoriesce dal perlinato ed è da considerarsi di grande rarità; dal 1638 al 1725 (non tutti gli anni) vennero coniati scudi con differenti nomi di zecchieri (esempio IB.N, IAB, ILM, SM, etc.).

Non è raro trovare monete con spacco di conio dovuto alla rifusione di argenti antichi e il bordo con segni dritti decisi.

Questa peculiarità è dovuta al fatto che, all’epoca, il bordo veniva tagliato con cesoie per togliere eventuale metallo in eccesso.

Tali monete, inoltre, soffrivano della tosatura di metallo: invalsa abitudine, illegale, di limare una piccola quantità di metallo dalle monete in circolazione.

Questo rendeva indispensabile il costante controllo – da parte dei cambiavalute – del peso e della bontà della moneta. Il problema venne risolto con la coniazione al torchio e una frase o un disegno in rilievo sul bordo: ciò rendeva impossibile la diminuzione di peso, ma al contempo, ha portato le monete verso una standardizzazione della coniazione rendendole, purtroppo, quasi tutte indistinte le une dalle altre.  http://www.frisione.it/home

genova_scudo_1679_rovescio

AM-LIRE – 1000 Lire 1943

AM LIRE 1000 D

AM LIRE – Biglietti usati durante l’occupazione americana del 1943

L’ America stampò nel 1943 durante l’occupazione in Italia, delle banconote per i militari e le forze alleate. Questo permise di avere banconote con circolazione ad ambito limitato, che non influivano sul circolare dei dollari in madre patria. Vennero stampate due serie di banconote: la prima con valore scritto solo in italiano con stampa curata da 2 diverse stamperie, mentre la seconda monetazione era bilingue (italiano/inglese) e stampata solo da una litografia. I tagli furono da 1, 2, 5, 10, 50, 100, 500 e 1000 lire e solo questi ultimi due hanno delle quotazioni, se ben conservati, più interessanti rispetto i tagli piccoli; La serie solo in italiano vale leggermente di più che la serie bilingue. Da ricordare che il 500 e il 1000 AM LIRE sono tra i più falsificati, anche se non di bella fattura.

Valutazione indicativa del 1000 lire bilingue, a seconda della conservazione, vale da 10 a 1800 euro. http://www.frisione.it/home

AM LIRE 1000 R

Il mezzo dollaro argento di Kennedy

usa_mezzo_dollaro_1964

STATI UNITI – Mezzo dollaro (half dollar o 50 cents) tipo Kennedy – D/ Testa del Presidente a sinistra, data; R/ Aquila presidenziale, valore, sotto l’alloro il segno di zecca. La coniazione del mezzo dollaro tipo Kennedy iniziò nel 1964 e continua tuttora. Suddividiamone le caratteristiche nei vari periodi:

1964 – in due zecche e solo in argento

dal 1965 al 1970 – in cupronichel placcato argentato

dal 1971 ad oggi placcato e in argento in cofanetti per numismatici in fior di conio con fondo a specchio.

Nel 1976 venne emesso per commemorare il bicentenario con l’Indipendence Hall.

Nelle coniazioni dopo il 1968 il segno di zecca è sotto il collo del presidente.

E’ una delle monete più comuni e presenti in quasi tutti i cassetti delle nostre case.

Ancorchè la maggior parte delle persone credano che tutte le monete da mezzo dollaro siano in argento, in realtà l’unica moneta circolante in tale metallo è quella con Kennedy del 1964 e presenta le seguenti caratteristiche: argento titolo 900 millesimi, peso grammi 12,50, diametro 30,60 mm, bordo rigato, spessore 2,10 mm. Valutazione indicativa ad ottobre 2019: circa 5 euro. Curiosità: nelle ricerche on-line relative alle monete, il mezzo dollaro argento è il più “gettonato”!  http://www.frisione.it/home

usa_mezzo_dollaro_1967

Il 50 lire commemorativo del 50° di Regno

vittorio_emanuele_iii_50_lire_1911_diritto

ITALIA – Vittorio Emanuele III (1900 – 1943) – 50 Lire oro 1911 (cinquantenario) – Vittorio Emanuele III (1900-1943) – D/ Testa del Re a s. – R/  Figure allegoriche dell’Italia marinara – valore e data. Oro 900 millesimi, peso grammi 16,13, diametro mm 28, bordo rigato. Prezzo indicativo in SPL/FDC  1000 € (Ottobre 2019)

Emessa per commemorare il 50 esimo anniversario della proclamazione del Regno d’Italia; furono emessi anche i pezzi da 5 e 2 lire in argento e il 10 centesimi in rame. Vennero coniate 20.000 monete in oro; moneta molto apprezzata dai collezionisti in tutto il mondo; a cicli viene molto richiesta e poi dimenticata, rimanendo comunque bella e importante da mettere in collezione ad un prezzo ragionevole. http://www.frisione.it/home

vittorio_emanuele_iii_50_lire_rovescio